Alla scuola primaria del Dante International College questo progetto è iniziato col portare in ogni classe il tema della manifestazione. Poi, dopo un primo confronto tenuto in un cerchio dove ognuno esprimeva ciò che sentiva rispetto all’argomento, i bambini sono passati all’azione con colori, carta, matite, forbici  e… altro ancora! Logicamente in ogni classe, l’uomo nero è stato presentato in modo differente: in prima e seconda l’immagine è stata quella di una  “storia raccontata”…

Tanto tempo fa, in un posto lontano lontano, viveva un omino vestito tutto di nero che andava in giro per il mondo brontolando e… camminando, camminando e… brontolando.
Sulle sue spalle portava un grande sacco e, durante il cammino, quando trovava una luce accesa con una finestra aperta… si fermava a curiosare. Se all’interno trovava una bella famiglia con i bambini che giocavano felicemente e si divertivano… ecco che apriva quel suo grande sacco facendone uscire… tanti capricci!!! Sì, quello era proprio “il sacco dei capricci!!!” e lui che felice proprio non era, si divertiva scatenando nelle famiglie i litigi e i bisticci… bambini che litigavano tra loro… mamme arrabbiate  e papà urlanti… questo era proprio quello che voleva vedere, poi se ne scappava via contento…    MA UN BEL GIORNO…    

DANTE6
Come tutte le storie per bambini anche questa ha avuto il suo lieto fine… soprattutto per quelli che alla domanda: “cos’è l’uomo nero?” avevano risposto “non lo so” oppure che “non esiste”. Già perché un tema così forte, anche ambiguo per l’adulto, non era certo di facile impatto per chi l’uomo nero che spaventa non dovrebbe conoscerlo mai!

I bambini della terza hanno disegnato, in massima libertà, ciò che per loro era L’UOMO NERO… Erano tutti contenti di partecipare ad un evento così importante e  con sorpresa sono arrivate come risposte delle piccole opere imprevedibili, come l’atleta che corre più veloce di tutti, ma c’è stato anche il bambino che per tanto tempo non ne ha voluto sapere di farlo e alla fine c’è riuscito, con i suoi di tempi!

DANTE7

DANTE4

La quarta classe (9anni), è stata quella che “anemicamente”
ha colto più di tutti l’argomento! Già dalle definizioni date, e che riporto qui sotto, si capisce che a questa età si inizia a sperimentare qualcosa  di diverso rispetto ai mondi fin’ora frequentati con la fantasia… qui “il mondo interiore” si è reso visibile:

ANIMA NERA
UN’OMBRA
UOMO MISTERIOSO O UOMO CON L’ARMATURA NERA
LADRO DAL CUORE NERO
PAURA DELLA NOTTE
SPIRITO TORMENTATO
DIAVOLETTO NERO
LA MORTE
UOMO TRAVESTITO
ANIMA CHE VAGA ALLA RICERCA DELLA PUREZZA
…non sembra anche a voi?…

Infine i ragazzi di quinta, più grandi, hanno preferito prima ricercare col compute: dalle definizioni di BABAU alle foto per il  collage, e molti hanno usato proprio  il cartoncino nero per i disegni, per una resa di forte impatto!
Tutti hanno comunque cercato d’inventare con semplici materiali quali creta e canne di bambù, ciò che più rappresentava oggigiorno l’uomo nero .

 

DANTE2 DANTE1 DANTE£